Si intensifica l'eruzione del vulcano in Islanda

giovedì 15 aprile 2010 19:33
 

di Omar Valdimarsson

REYKJAVIK (Reuters) - L'eruzione vulcanica in Islanda -- che ha sollevato una nube di polvere alta 6 km interrompendo il traffico aereo per tutto il Nord Europa -- é aumentata di intensità.

Secondo Pall Einarsson, geofisico presso l'università dell'Islanda, l'eruzione sotto il ghiacciaio Eyjafjallokull continua a rilasciare un'elevata quantità di cenere e fumo nell'aria, senza accennare a placarsi dopo 40 ore di attività: "I sismografi mostrano che da stamattina l'intensità dell'eruzione sembra essere in crescita".

L'eruzione ha causato lo scioglimento di un terzo dei ghiacci che ricoprivano il cratere, comportando lo straripamento di un fiume nelle vicinanze e la conseguente temporanea evacuazione dei pochi abitanti della regione. Per migliaia di ettari, come mostrano i media locali, la terra é ricoperta da uno spesso strato di cenere, mentre una nube nera ha oscurato il sole nella parte meridionale dell'Islanda, paralizzando il traffico aereo nell'Europa settentrionale per il rischio di danneggiamento dei motori.

Un secondo scienziato ha definito l'eruzione 10 volte più potente di quella, certamente collegata, avvenuta lo scorso mese sul fianco dello stesso vulcano.

Einarsson spiega che gli scienziati tenevano sotto controllo l'attività sismica del vulcano già dalla scorsa estate, aspettandosi un'imminente eruzione. Questa é iniziata lo scorso marzo, quando il magma ha ostruito un condotto, facendo aumentare a dismisura la pressione, esplosa poi dal cratere principale.

Il ricercatore ha riferito che gli scienziati temono che l'eruzione possa innescare il monte Kalta, un vulcano più potente nelle vicinanze, coperto da uno strato anche più spesso di ghiaccio, che però al momento non ha mostrato segni di attività.

L'Islanda, dove fenomeni vulcanici sono relativamente frequenti, si trova su un punto critico della dorsale medio atlantica, e il vulcano sotto l'Ejfjallajokull, il quinto ghiacciaio islandese, ha eruttato cinque volte negli ultimi mille anni.

Prima di marzo, l'ultima eruzione risale al 2004.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>La nube di cenere prodotta dall'eruzione del vulcano REUTERS/Jon Gustafsson</p>