Preti pedofili, Papa: la Chiesa deve fare penitenza

giovedì 15 aprile 2010 16:44
 

CITTA' DEL VATICANO (Reuters) - Papa Benedetto XVI oggi ha detto che lo scandalo dei preti pedofili che sta scuotendo il mondo cattolico ha mostrato che la Chiesa deve fare penitenza per i propri peccati, in un raro riferimento pubblico agli abusi su minori compiuti da sacerdoti.

"Adesso, sotto gli attacchi del mondo che ci parlano dei nostri peccati, vediamo che poter fare penitenza è grazia e vediamo come sia necessario fare penitenza, riconoscere ciò che è sbagliato nelle nostre vite", ha detto il Papa in una messa in Vaticano.

Questo comporta "aprirsi al perdono, prepararsi al perdono, lasciarsi trasformare", ha spiegato il Pontefice, che l'ultima volta aveva fatto riferimento allo scandalo in una lettera agli irlandesi, resa pubblica lo scorso 20 marzo.

Il fatto che Benedetto XVI si sia concentrato sulla penitenza contrasta con i recenti interventi di alti prelati tesi a difendere con forza la Chiesa e il Papa da quella che considerano una campagna orchestrata da media ostili.

Il predicatore personale del Papa, padre Raniero Cantalamessa, è arrivato a suggerire un accostamento tra la presunta campagna contro la Chiesa e l'antisemitismo, suscitando aspre critiche nella comunità ebraica.

Il Pontefice ha comunque sottolineato che "il conformismo che rende obbligatorio pensare e agire come tutti gli altri, e la sottile - o non così sottile - aggressione nei confronti della Chiesa dimostra come questo conformismo possa essere una vera dittatura".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Papa Benedetto XVI in una foto d'archivio. REUTERS/Stefano Rellandini (ITALY - Tags: RELIGION)</p>