Francesi e svizzeri i più soddisfatti del sistema sanitario

giovedì 15 aprile 2010 12:47
 

di Ben Hirschler

LONDRA (Reuters) - I francesi hanno una buona valutazione del loro sistema sanitario, diversamente dai pazienti della vicina Germania. Lo afferma un sondaggio pubblicato oggi, che secondo i suoi autori rispecchia più come i sistemi sanitari vengono percepiti dai pazienti che l'effettiva qualità delle cure mediche.

I risultati hanno fatto emergere quella che sarà la sfida dei sistemi sanitari dei diversi stati -- con tutte le relative difficoltà finanziarie --, con le aspettative delle popolazioni che crescono di pari passo al crescere delle età medie.

Nel sondaggio, curato dalla Consultancy Deloitte, sono state intervistate almeno mille persone per paese.

I risultati migliori sono andati a Francia e Svizzera, entrambe con un 55% di intervistati che ha classificato con A o B i rispettivi sistemi sanitari, seguiti dal Canada con il 43%. Male invece la Gran Bretagna, con solo il 30% di soddisfatti, gli Stati Uniti con il 21% e la Germania con il 17%.

I risultati rispecchiano più le effettive percezioni dei pazienti che la spesa che ciascun paese considerato dedica alle cure mediche. Gli Stati Uniti sono infatti il paese dove si spende di più pro capite, con 7.290 dollari, ovvero il 16% del Pil, rispetto ai dati di Svizzera, Canada, Francia e Germania, che spendono rispettivamente 4.417 dlr, 3.895 dlt, 3.601 dlr e 3.588 dlr, per ammontari che si aggirano tra il 10 e l'11 per cento dei Pil.

"Sia la Francia che la Svizzera fanno davvero un buon lavoro nel definire le aspettative dei loro pazienti e nell'incontrarle", ha dichiarato Dean Arnold, direttore per la salute alla Deloitte. "Accade diversamente in altri paesi, dove hai aspettative molto alte -- a volte irrealistiche -- di quello che dovrebbe fare un sistema sanitario".

Sia negli Stati Uniti che in Germania, il sondaggio è stato condotto in periodo durante il quale si discuteva delle rispettive riforme sanitarie, il che, come spiega lo stesso Arnold, ha probabilmente influenzato in negativo le opinioni sugli apparati vigenti.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Bandiera tedesca e bandiera francese in foto d'archivio. REUTERS/Tobias Schwarz</p>