Gb, nuova tecnica per far nascere embrioni sani da tre genitori

mercoledì 14 aprile 2010 21:41
 

di Ben Hirschler

LONDRA (Reuters) - Scienziati britannici hanno messo a punto una controversa tecnica riproduttiva che potrebbe prevenire malattie incurabili ereditarie attraverso uno scambio di Dna tra due ovuli umani fecondati.

Il capo dei ricercatori, Doug Turnbull della Newcastle University, oggi ha detto di sperare che i primi bambini senza malattie cosiddette mitocondriali nasceranno entro tre anni.

Ma per l'applicazione della tecnica in campo ospedaliero, per aiutare le donne a rischio, sarà necessario cambiare la legislazione britannica, che attualmente proibisce la riproduzione da embrioni manipolati.

All'incirca un bambino ogni 6.500 nasce con malattie importanti causate da un malfunzionamento del Dna mitrocondriale, il che può provocare una serie di condizioni inclusi problemi cardiaci, insufficienza epatica, problemi psichici, cecità e debolezza muscolare.

La tecnica del team di Newcastle rimpiazza i mitocondri in modo che il bambino non erediti disfunzioni dalla madre.

"Quello che abbiamo fatto è come cambiare batterie a un laptop. La fornitura di energia ora lavora correttamente, ma nessuna delle informazioni nell'hard drive sono state modificate", ha spiegato Turnbull.

"Un bambino nato usando questa metodica avrà mitocondri che funzionano correttamente, ma sotto ogni altro aspetto avrà tutto il patrimonio genetico del padre e della madre".

Entro un giorno dalla fecondazione, usando la fecondazione in vitro, il Dna nucleare viene rimosso dall'embrione e impiantato nell'ovulo della donatrice, da cui è stato rimosso il materiale genetico originario.

Il feto eredita così i geni di entrambi i genitori ma il Dna mitocondriale di una seconda "madre". Ed è questo il punto che risulta controverso.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia