Ambiente, a Taiwan un palazzo fatto di bottiglie di plastica

lunedì 12 aprile 2010 12:36
 

TAIPEI (Reuters) - Una società di Taiwan ha costruito un palazzo delle esposizioni di 3 piani usando 1,5 milioni di bottiglie di plastica al posto dei mattoni, raggiungendo secondo il costruttore un primato mondiale in grado di richiamare l'attenzione sull'importanza del riciclo.

La Far Eastern, società attiva nell'edilizia e nei servizi finanziari, ha commissionato l'opera, lunga 130 metri e alta 26, circa tre anni fa, e ha intenzione di farne dono alla capitale taiwanese Taipei, che ne farà uso il prossimo novembre come padiglione per un'esposizione floreale.

Come spiega Artur Huang, direttore dell'azienda costruttrice Miniwiz Sustainable Energy Development, le bottiglie sono state recuperate dal sistema di rifiuti taiwanese e trasformate in contenitori di plastica in grado di essere assemblati tra loro per formare strutture solide, a prova di tempeste e terremoti.

"Il direttore della Far Eastern è estremamente agguerrito in tema di sostenibilità" ha detto Huang. "Dice sempre che la sostenibilità non può aspettare".

Il padiglione, soprannominato EcoARK e costato 4.22 milioni di dollari, include un anfiteatro, uno spazio espositivo e un paravento per la raccolta dell'acqua piovana, riutilizzata per l'impianto di condizionamento, mentre la trasparenza delle pareti di plastica permette l'illuminazione naturale degli interni.

Secondo Huang, dopo l'utilizzo previsto per l'esposizione, i pannelli del padiglione potranno essere reimballati e trasferiti per il riassemblaggio e il riutilizzo altrove.

Altri progetti ambiziosi in passato, come la costruzione di igloo, di abitazioni e perfino di un'isola tropicale artificiale, hanno interessato il riciclo delle bottiglie di plastica, comunemente reimmesse nel mercato trasformate in nuovi prodotti di consumo.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Muro di bottiglie in foto d'archivio. REUTERS/Chaiwat Subprasom</p>