Scoperto gene per prevedere tumore ai polmoni nei fumatori

giovedì 8 aprile 2010 12:48
 

Di Maggie Fox

WAHINGTON (Reuters) - Un gruppo di ricercatori ha identificato dei geni che si mostrano particolarmente attivi - anche nei tessuti sani - nei pazienti colpiti da cancro ai polmoni, e che potrebbero essere usati per capire quali fumatori potrebbero sviluppare la malattia.

Tramite uno studio parallelo, la ricerca ha anche testato gli effetti preventivi di un integratore alimentare presente in natura in alcuni cibi, che è sembrato avere effetti inibitori sui cambiamenti pretumorali dell'organismo.

"Anche nelle cellule normali o in quelle premaligne antecedenti al tumore, vediamo questo gruppo di geni cambiare", ha spiegato Andrea Bild, ricercatore dell'Università dello Utah, che ha lavorato allo studio insieme alla collega Avrum Spira e ad altri.

Secondo i ricercatori, il gene principale si chiama PI3K, e colpisce una serie di altri geni. Può essere trovato già nelle trachee dei fumatori, in modo che non siano necessari più pericolosi e difficili test nei polmoni.

"Queste cellule sono come un canarino in una miniera di carbone", racconta Spira in un intervista telefonica. "Anche se quando sei fumatore il cancro ai polmoni si sviluppa in profondità nei polmoni, queste cellule possono dirti se stai per sviluppare il tumore. E' una sorta di finestra sui polmoni".

Il fumo di sigarette causa il 90% dei casi di cancro ai polmoni, che uccide 1,2 milioni di persone al mondo ogni anno, mentre è di circa il 10% la quantità di fumatori che contrae la malattia, anche se altri sono colpiti da diversi problemi, come l'infarto o gli enfisemi.

L'importante di questa scoperta è che i tumori polmonari sono estremamente mortali perché causano solo vaghi sintomi, essendo quindi difficili da diagnosticare fin quando non si sono espansi e non si può più intervenire: "I pazienti entrano e sanno solo di avere qualcosa che non va - ma non sanno cosa", spiega Bild.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Uomo che fuma in foto d'archivio. REUTERS/Herwig Prammer</p>