Total ricorre a corte suprema per condanna disastro ambientale

martedì 6 aprile 2010 17:16
 

PARIGI (Reuters) - Il gigante petrolifero Total ha dichiarato oggi di voler ricorrere alla Corte suprema francese contro la decisione della corte d'appello della settimana scorsa di confermare gli elementi chiave della condanna a carico della società per un disastro petrolifero del 1999.

La corte di ultimo appello francese per questioni civili e criminali emetterà un verdetto definitivo entro un anno.

Total è stata giudicata colpevole nel 2008 per il danno causato dalla Erika, una vecchia petroliera che aveva noleggiato, andata in pezzi e affondata in una tempesta a largo della Bretagna nel 1999, riversando in mare 20.000 tonnellate di greggio.

A seguito del disastro, una macchia nera aveva coperto 400 km di fascia costiera francese, uccidendo migliaia di uccelli e animali marini.

Il giudizio della corte d'appello confermava la responsabilità dolosa della Total, multata per 375 mila euro, come gli altri tre coimputati, multati per lo stesso importo.

In questo modo la corte ha confermato anche il principio legale che il danno ambientale ha la stessa valenza di un danno economico verso individui o aziende, per il quale le società sono tenute al risarcimento.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>A general view of the Paris REUTERS/Charles Platiau</p>