Fotografa Leibovitz citata in tribunale a New York

martedì 6 aprile 2010 12:18
 

NEW YORK (Reuters) - Una società di investimento newyorkese ha fatto causa a Annie Leibovitz, sostenendo che la celebre fotografa non abbia pagato gli oltre 800.000 dollari (circa 600.000 euro) pattuiti come onorario per la consulenza finanziaria che le ha permesso di trovare una soluzione ai suoi problemi economici.

Brunswick Capital ha dichiarato in un esposto depositato presso la Corte suprema dello stato di New York che Leibovitz aveva fatto ricorso alla società per trovare investitori per risolvere i suoi problemi finanziari.

La famosa fotografa ha immortalato nei suoi ritratti numerosi personaggi famosi, da John Lennon a Michelle Obama.

Secondo l'esposto, il mese scorso è stato raggiunto un accordo con la società di private equity Colony Capital ma la Brunswick non ha ancora ricevuto il suo compenso, 315.000 dollari (circa 230.000 euro) di onorario fisso oltre al 2% degli oltre 40 milioni di dollari (circa 30 milioni) di debito concesso da Colony Capital a Leibovitz.

La fotografa 60enne ebbe problemi economici l'anno scorso quando l'Art Capital Group la minacciò di procedere per vie legali, confiscando l'intera collezione di fotografie per aver violato i termini di un prestito da 24 milioni di dollari (circa 18 milioni di euro).

Le parti raggiunsero un accordo lo scorso settembre che permise a Leibovitz di riprendere possesso del suo lavoro, che era stato posto come garanzia collaterale del prestito.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>La fotografa Annie Leibovitz in foto d'archivio. REUTERS/Herwig Prammer</p>