Italia, Marzotto (Enit): turismo visto in crescita 10% in 2010

venerdì 2 aprile 2010 14:54
 

Di Antonella Ciancio

MILANO (Reuters) - Il turismo in Italia è stimato in crescita del 10% nel 2010 rispetto al 2009, anno segnato dalla crisi economica mondiale, con oltre un milione di cinesi in visita tra le nostre località e segnali di ripresa dai mercati tradizionali.

Secondo un'indagine effettuata dall'Enit, l'agenzia nazionale del turismo italiano, sui tour operator stranieri nei primi tre mesi dell'anno, il 74% degli intervistati ha detto che il numero di visitatori in Italia crescerà del 10% nel 2010 rispetto all'anno precedente.

"Il che significa che dopo il calo per la crisi, l'Italia potrebbe tornare a dati simili o forse in alcuni paesi anche superiori a quelli del 2008, il che penso che sia un eccellente risultato", ha detto Matteo Marzotto, presidente di Enit, in un'intervista a Reuters.

Segnali positivi giungono anche dai mercati tradizionalmente forti per l'Italia come Stati Uniti e Inghilterra, dove hanno pesato negativamente la crisi economica e il cambio sfavorevole.

"Ci aspettiamo una buona performance anche dagli Stati Uniti, dove non vedo un effetto immediato dall'indebolimento dell'euro", ha aggiunto Marzotto, che guida l'Enit dal 2008.

Un forte potenziale è rappresentato dalla Cina, con oltre un milione di visitatori cinesi attesi quest'anno. Un numero che potrebbe crescere in una percentuale a due cifre se vi fossero più voli diretti con la Cina, laddove ora molti turisti sono costretti a fare scalo in Germania.

"Se raddoppiassimo i voli diretti aumenteremmo del 20-30% il numero di cinesi che vengono, perché l'Italia è in Cina la prima destinazione turistica internazionale".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Matteo Marzotto con la modella Mariacarla Boscono, foto d'archivio. REUTERS/Alessandro Garofalo</p>