Calcio, Diego Della Valle: non sarò più patron Fiorentina

martedì 30 marzo 2010 17:10
 

MILANO (Reuters) - Diego Della Valle lascia da presidente onorario della Fiorentina, mentre Cesare Prandelli annuncia che resterà ad allenare la squadra "senza dubbi e perplessità".

In una lettera ai tifosi al termine di un cda, l'imprenditore ha annunciato la sua decisione, attesa dopo un'anticipazione oggi del Corriere dello Sport, difendendo la dirigenza della società dalla "sottile strumentalizzazione" che ha cercato di contrapporla ai suoi tifosi.

Tuttavia, nella lettera Della Valle non fa riferimento a ipotesi, circolate negli ultimi giorni sulla stampa, di una eventuale messa in vendita della società, né precisa le modalità del suo disimpegno.

"Scrivo a tutti quelli che vogliono bene alla Fiorentina per comunicare che da oggi non sarò più il Patron della Società", scrive Della Valle, chiedendo ai tifosi di restare vicini al fratello Andrea, affinché resti comunque "vicino alla società".

"Vedere la società messa da molti sul banco degli imputati senza aver commesso nulla se non difendere con forza i valori e la dignità della maglia viola non è per me accettabile e soprattutto non è giusto", scrive il presidente di Tod's.

Dopo pochi minuti, in un'altra nota sul sito della società, Prandelli ha comunicato l'intenzione di "rimanere a Firenze senza dubbi e perplessità, rispettando così il contratto che lo lega alla società viola".

Sulle motivazioni della decisione di Della Valle c'è chi pensa alla questione irrisolta della Cittadella viola e chi invece ricorda le parole rivolte a Prandelli, quando in una recente intervista Della Valle aveva invitato il tecnico a dire chiaramente che non andava ad allenare la Juventus. Prandelli ha un contratto che lo lega alla Fiorentina fino al 2011.

"Ai tifosi veri dico di tenere gli occhi aperti e di non farsi usare da chi vuole destabilizzare i rapporti tra la società e i suoi sostenitori", ha proseguito Della Valle. "State vicini a questa dirigenza che ha dato e darà il massimo per cercare di farvi sognare ancora di più, e fate in modo che mio fratello Andrea rimanga vicino alla società con tutta la passione che ha e che ha sempre dimostrato".

"Pochi come lui sanno dosare cuore e capacità gestionali necessarie per guidare una Società di calcio importante come la Fiorentina".

La Fiorentina è ottava in classifica di Serie A a 44 punti, dopo aver vinto per 4-1 in casa con l'Udinese domenica scorsa.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il patron della Fiorentina Diego Della Valle, Firenze, 28 settembre 2009. REUTERS/Alessandro Bianchi</p>