Danimarca, la Sirenetta lascia casa per la prima volta

venerdì 26 marzo 2010 08:17
 

SHANGHAI (Reuters) - Per quasi 100 anni, la Sirenetta è rimasta seduta su una pietra nel porto di Copenaghen, ma ora la scultura, ispirata alla famosa fiaba, ha ripreso il mare alla volta della Cina.

La piccola statua di bronzo, presentata nel 1913, è una delle attrazioni turistiche di Copenaghen ma la sua vita non è stata sempre facile.

E' stata decapitata due volte, le è stato tagliato un braccio, il suo scoglio è stato spazzato via nel 2003 e due anni fa per una protesta è stata coperta con un velo musulmano, ma finora non ha mai lasciato il paese.

Questa settimana invece è stata tolta dal suo posto, inscatolata e imbarcata per Shanghai, dove è l'ospite d'onore del padiglione danese a Expo 2010, che andrà avanti fino al 31 ottobre.

Dettagli sul viaggio non sono stati resi noti per motivi di sicurezza.

Frank Jensen, sindaco di Copenhagen, ha spiegato in un nota che il prestito della Sirenetta fa parte di uno scambio culturale tra Danimarca e Cina.

"Sono convinto che sarà un eccellente ambasciatore della Danimarca, visto anche che i cinesi sono amanti di Hans Christian Andersen e delle sue fiabe", ha spiegato.

La sua partenza da Copenhagen non lascerà il porto vuoto. Al suo posto ci sarà infatti una videoinstallazione dell'artista cinese Ai Weiwei.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>25 marzo 2010. Turisti scattano delle fotografie della Sirenetta prima che venga trasportata a Shanghai. REUTERS/Bob Strong</p>