India, film di Bollywood esplora per la prima volta il sesso

giovedì 25 marzo 2010 12:49
 

di Shilpa Jamkhandikar

Bombai (Reuters) - Un nuovo film di Bollywood punta i riflettori sull'evoluzione delle usanze sessuali nelle cittadine dell'India, turbando gli spettatori conservatori con sequenze girate con telecamere nascoste e facendo leva sui limiti della censura del paese.

"Love sex aur dhokha" (Amore, sesso e tradimento) è l'ultimo di una serie di proposte all'avanguardia che strappano via l'industria cinematografica indiana da decenni di inibizione e che sconvolgono i tradizionali schemi della storia d'amore cantata e ballata o della violenta saga di vendetta.

Il film, che ha esordito nelle sale indiane la scorsa settimana con una proiezione per soli critici, ha innescato le polemiche già dal trailer con le immagini sfocate di una donna nuda e altre sequenze voyeuristiche.

Il regista Dibakar Banerjee ha definito "Love Sex aur Dhokha" un film che parla più del cambiamento sociale che di sesso.

Secondo il suo autore, la pellicola esplora l'assenza di privacy nel mondo moderno, dove persino i cellulari possono catturare e diffondere i momenti intimi.

"Quello che fa la mia telecamera è riprendere una storia che sta cambiando davanti al suo obiettivo," racconta Banerjee. "Prima, il sesso stava dietro porte chiuse, ma adesso le cose stanno cambiando".

Dieci anni fa, quando una coppietta appartata stava per baciarsi sul grande schermo, l'immagine si sarebbe dissolta su due fiori che si sfiorano o su degli uccellini che si scambiano effusioni con il becco. Al pubblico indiano era dato solo immaginare il bacio della coppia.

In questo senso il film di Banerjee, con un gruppetto di attori sconosciuti, ha esplorato un terreno totalmente nuovo con una lunga scena di sesso che non è del tutto sfuggita alle forbici della censura.   Continua...