Alimentazione sempre più esagerata,dice studio su "Ultima cena"

martedì 23 marzo 2010 13:18
 

NEW YORK (Reuters) - La nostra alimentazione è sempre più smodata mentre le porzioni sono in crescita da 1.000 anni, dice uno studio americano effettuato analizzando oltre 50 dipinti sull'Ultima cena.

Lo studio, condotto da un professore della Cornell University e dal fratello ricorrendo ad analisi computerizzare sui 52 dipinti riportati nel libro "Ultima Cena" del 2000, ha mostrato che le dimensioni delle porzioni e dei piatti ritratti sono cresciute tra il 23 e il 69%.

"Negli ultimi 1.000 anni c'è stato un aumento spettacolare nella produzione, disponibilità ... e abbondanza di cibo", ha detto Brian Wansink, direttore del laboratorio della Cornell University dedicato all'alimentazione.

"Dato che l'arte imita la vita, pensiamo che questi cambiamenti si ripercuotano anche sui dipinti della cena più famosa della storia", ha aggiunto in un comunicato.

Lo studio ha trovato che, nei passati 1.000 anni, le dimensioni del pasto principale sono cresciute del 69% mentre i piatti sono aumentati del 66% e il pane del 23%,

La ricerca, condotta da Brian Wansink con il fratello Craig, professore di studi religiosi al Virginia Wesleyan College, è stata pubblicata nell'edizione di aprile di The International Journal of Obesity.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Dipinto de "L'Ultima Cena" in foto d'archivio. REUTERS/Lucas Jackson</p>