Cinema, la "maledizione degli Oscar" esiste davvero?

venerdì 19 marzo 2010 12:13
 

LOS ANGELES (Reuters) - Sfilano sul red carpet, sono vestite dai più famosi stilisti del mondo, pronunciano discorsi strappalacrime e vanno a casa stringendo tra le mani l'Oscar. Poco dopo aver vinto l'ambita statuetta, però, diventano single: a Hollywood ormai se ne parla come di "maledizione degli Oscar".

Sandra Bullock e Kate Winslet, che hanno vinto il premio rispettivamente nel 2010 e nel 2009, da questa settimana sono "compagne di sventura" di Halle Berry (2002), Julia Roberts (2001), Reese Witherspoon (2006) e Hilary Swank (2005).

Il marito di Sandra Bullock, Jesse James, ieri ha risposto alle accuse di averle mentito scusandosi per averla fatta soffrire. Le ragioni della separazione tra Kate Winslet e il regista Sam Mendes, invece, finora sono rimaste private.

Tom O'Neil, del sito TheEnvelope.com, si è interrogato sul legame tra Oscar e "rotture".

"E' perché la vittoria dà alla testa e le donne diventano dive impossibili?", si è chiesto O'Neil sul blog. "O è perché i loro uomini sono tipi talmente 'machi' da non poter tollerare di essere superati?".

Nel caso che ha visto protagonista Sandra Bullock, la rivista In Touch Weekly questa settimana ha rivelato che James ha passato la notte con una modella mentre l'anno scorso sua moglie era ad Atlanta per le riprese del film che le avrebbe fruttato l'Oscar, "The Blind Side".

Paul Talbert, avvocato divorzista di New York, non crede però che esista la "maledizione degli Oscar": secondo lui, queste rotture sono più probabilmente causate dalle lunghe assenze di uno dei partner.

"La realtà è che queste donne hanno molto successo, sono donne che lavorano molto, che devono trascorrere mesi lontano dalle loro famiglie a recitare e promuovere i loro film", spiega Talbert.

A Hollywood, poi, ci sono molti uomini affascinanti e belle donne, e sui set cinematografici possono crearsi facilmente situazioni di intimità, specie nelle scene romantiche. Se i matrimoni che falliscono sono il 50%, sembra che le star debbano fare ancora più fatica per far funzionare le loro unioni.

"Le celebrity entrano in contatto con un sacco di persone molto interessanti", spiega Bonnie Fuller, caporedattore del sito HollywoodLife.com. "Bisogna essere particolarmente forti per resistere".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Sandra Bullock in foto d'archivio. REUTERS/Danny Moloshok</p>