Aghanistan,immagini osé in crescita nonostante controllo governo

venerdì 19 marzo 2010 11:22
 

KABUL (Reuters) - Otto anni dopo la caduta dei talebani, che hanno vietato alle donne di apparire in pubblico senza il burqa completo, il governo afghano sta combattendo una battaglia per mantenere le nudità femminili fuori dalla televisione.

In un paese che rimane profondamente conservatore e maschilista, il governo ha il potere di imporre multe o di far chiudere le emittenti televisive incolpate di mostrare immagini osé.

Con il proliferare delle stazioni televisive, le emittenti propongono soap opera turche, drammi iraniani e film indiani, programmi conformi alla religione e al costume.

D'altra parte, sembra che gli operatori via cavo stiano seguendo soltanto in parte le indicazioni governative nonostante i pervasivi organi di controllo cerchino di limitare tutte le proiezioni contrarie alle norme sociali, culturali e religiose.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Commerciante afghano in foto d'archivio. REUTERS/Morteza Nikoubazl</p>