Talk show, cda Rai prende tempo su riapertura programmi

lunedì 15 marzo 2010 16:17
 

ROMA (Reuters) - Il consiglio di amministrazione della Rai [RAI.UL], convocato oggi dal presidente di centrosinistra Paolo Garimberti per decidere la ripresa dei talk show di approfondimento politico sospesi, ha rinviato ogni atto, in attesa che a decidere sia la Commissione parlamentare di vigilanza sull'emittente pubblica.

"Alla luce delle ordinanze del Tar in relazione alla regolamentazione in materia di informazione e comunicazione politica in periodo elettorale, il Consiglio di Amministrazione della Rai, dopo un ampio dibattito, ha approvato a maggioranza la delibera con la quale ha dato mandato al Direttore Generale di acquisire al più presto dalla Commissione Parlamentare per l'Indirizzo Generale e la Vigilanza dei Servizi Radiotelevisivi le valutazioni di competenza, cui la Rai dovrà adeguarsi", dice il comunicato emesso al termine della riunione del cda di viale Mazzini.

Nei giorni scorsi il Tribunale amministrativo regionale del Lazio, dopo il ricorso di Mediaset e Sky, aveva sospeso un provvedimento dell'Agcom, l'authority per le comunicazioni, che equiparava i programmi di approfondimento delle emittenti pubbliche a quelli della Rai, imponendo le regole della cosiddetta par condicio per una presenza equilibrata dei rappresentanti politici.

Poche ore dopo l'Agcom annullava la proria decisione, chiedendo però alla Commissione parlamentare di vigilanza e alla Rai di rivedere a loro volta le proprie decisioni.

Dopo che la Commissione aveva votato - su proposta di un commissario radicale ma con i voti del centrodestra - un regolamento che impone regole precise di equilibrio ai talk show, il Cda ha poi deciso di sospendere programmi come "Annozero", "Ballarò" o "Porta a Porta" per non incorrere, era stato spiegato, in violazioni.

La decisione del cda di rinviare la palla al Parlamento non è stata accolta bene dal presidente della Rai.

Una fonte a lui vicina dice che Garimberti è "amareggiato" "per la divisione", in seno al cda tra centrodestra (maggioritario) e centrosinistra, e "per la mancata ripresa dei talk show".

Garimberti, che avrebbe voluto far riprendere i talk show "ritiene abbastanza frustrante che si sia ancora appesi su questa vicenda, con il tempo che non gioca a favore", ha detto la fonte.

Ora il presidente Rai "attende fiducioso che dalla Vigilanza si batta rapidamente un colpo".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Silvio Berlusconi durante una puntata di "Porta a Porta" in foto d'archivio. REUTERS/Tony Gentile</p>