Attivista anti-baleniere arrestato all'arrivo in Giappone

venerdì 12 marzo 2010 10:53
 

TOKYO (Reuters) - La Guardia costiera nipponica ha arrestato oggi il neozelandese Pete Bethune, attivista membro di un'associazione che si batte contro la caccia alle balene. Lo ha reso noto un portavoce.

L'uomo era salito a bordo di una baleniera giapponese nell'Antartico in seguito a scontri tra cacciatori e ambientalisti.

Gli elicotteri dei media sorvolavano il porto mentre le navi entravano nella baia di Tokyo e Bethune, che fa parte della Sea Shepherd Conservation Society, veniva condotto a riva dopo essere stato trattenuto a bordo per quattro settimane.

I regolari tentativi della Sea Shepherd di bloccare l'annuale caccia alle balene hanno suscitato irritazione in Giappone, dove la caccia ai cetacei è un'importante tradizione culturale.

Il mese scorso l'Australia ha dato al Giappone un ultimatum chiedendogli di fermare entro novembre la caccia alle balene nell'Antartico, pena azioni legali internazionali.

Bethune, capitano di un'imbarcazione danneggiata a gennaio dopo una collisione con una baleniera Giapponese, era riuscito a salire sulla Shonan Maru 2 il 15 febbraio.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>La guardia costiera giapponese prende a bordo l'attivista anti-baleniere neozelandese REUTERS/Yuriko Nakao (JAPAN - Tags: CRIME LAW POLITICS ENVIRONMENT ANIMALS CIVIL UNREST IMAGES OF THE DAY)</p>