Christie's venderà collezione privata da 150 milioni di dollari

mercoledì 10 marzo 2010 18:12
 

LONDRA (Reuters) - Christie's offrirà all'asta una collezione d'arte privata valutata oltre 150 milioni di dollari a maggio, compreso un Picasso dal valore stimato in 70-90 milioni dollari.

La collezione, di proprietà dei patron americani Frances e Sidney Brody, viene descritta come "una di quelle di maggior valore mai offerte in un'asta" e punta a soddisfare la forte domanda di opere d'arte preziose in arrivo da mani private.

"Come testimoniato dalla recente vendita londinese di arte moderna e impressionista, l'appetito tra i grossi collezionisti per lavori di altissima qualità di grande rarità e provenienza eccezionale continua a raggiungere nuove vette", ha detto Edward Dolman, AD di Christie's International.

"Non abbiamo dubbi che il calibro di questa collezione accenderà l'interesse dei collezionisti in tutto il mondo e darà risultati eccitanti nella sala vendite a maggio".

Il pezzo forte della vendita che si terrà a New York il 4 maggio è "Nude, Green Leaves, and Bust" di Picasso del 1932, che ci si aspetta raggiunga fino a 90 milioni di dollari.

I Brody avevano acquistato il dipinto sull'amante dell'artista, Marie-Therese Walter negli anni 50 da un agente di Picasso e la preview dell'asta di maggio rappresenterà la prima volta in cui il lavoro sarà esposto pubblicamente in 50 anni.

Tra gli altri capolavori ci sono "Nu au coussin bleu" (1924) di Henri Matisse, stimato 20-30 milioni di dollari e "Grande tete de Diego" (1954) di Alberto Giacometti, stimato 25-35 milioni di dollari.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Asta di Christie's in foto d'archivio. REUTERS/Benoit Tessier</p>