Tangenti sanità, Sirchia condannato a 5 mesi in appello

mercoledì 3 marzo 2010 16:45
 

MILANO (Reuters) - L'ex ministro della Salute Girolamo Sirchia è stato condannato oggi dalla Corte d'Appello di Milano a cinque mesi di carcere per appropriazione indebita nel processo di secondo grado su presunte tangenti per appalti riguardanti apparecchiature sanitarie a ospedali del capoluogo lombardo.

Al termine del processo di primo grado, nell'aprile 2008, Sirchia -- ministro della Salute dal 2001 al 2005 nel governo guidato da Silvio Berlusconi -- era stato condannato a tre anni di carcere.

L'ex ministro è stato riconosciuto colpevole del reato di appropriazione indebita, in relazione ad una sottrazione di denaro alla fondazione "Il Sangue", di cui era tesoriere.

Per quanto riguarda l'accusa di corruzione -- relativa a presunte tangenti che Sirchia avrebbe incassato quando era primario al Policlinico di Milano per favorire alcune società in appalti che riguardavano la fornitura di apparecchiature sanitarie -- i giudici hannno accolto la richiesta del pg, che aveva chiesto il non doversi procedere per intervenuta prescrizione.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Girolamo Sirchia, ex ministro della Salute, in foto d'archivio. REUTERS/Giampiero Sposito</p>