Alti rischi psicosi per utilizzatori di cannabis "esperti"

lunedì 1 marzo 2010 13:05
 

Di Kate Kelland

LONDRA (Reuters) - Gli adolescenti che fumano cannabis o marijuana per sei o più anni hanno una probabilità doppia di episodi psicotici ed allucinazioni rispetto alle persone che non usano droghe, dicono oggi un gruppo di ricercatori.

I risultati costituiscono ulteriore supporto alle ricerche precedenti che suggeriscono un legame tra psicosi e cannabis -- in particolar modo con la forma più forte, la "skunk".

Malgrado le leggi che ne vietano l'uso, circa 190 milioni persone nel mondo (4% della popolazione adulta) fumano cannabis secondo le stime delle Nazioni Unite.

John McGrath, ricercatore australiano della Queensland Brain Institute, ha studiato più di 3.801 uomini e donne nate tra il 1981 e il 1984. Circa il 18% ha dichiarato di aver fatto uso per non più di tre anni, il 16% per quattro o cinque anni e il 14% per almeno sei.

"Rispetto a coloro che non hanno mai fatto uso di cannabis, i giovani per cui la prima volta risale ad almeno sei anni dalla rilevazione sono esposti ad un rischio doppio di sviluppare psicosi non affettive (come la schizofrenia)", scrive McGrath in uno studio pubblicato nella rivista Archives of General Psychiatry.

McGrath aggiunge che, comunque, "la natura della relazione tra psicosi e uso di cannabis non è per niente semplice" e che, prima di facili conclusioni, siano necessarie altre ricerche che analizzino diversi aspetti del problema.

Un team internazionale di esperti ha pubblicato l'anno scorso un libro sostenendo che le leggi contro la cannabis non siano riuscite a contenerne l'uso ma, piuttosto, abbiano comportato alti oneri statali per i numerosi arresti avvenuti per possesso di droga

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Pianta di marijuana in foto d'archivio. REUTERS/Robert Galbraith</p>