Smog, Coldiretti: 2.000 km a pasto, stop traffico anche a tavola

domenica 28 febbraio 2010 18:18
 

MILANO (Reuters) - Nella giornata dello stop alle auto in centinaia di comuni del Nord Italia, la Coldiretti sostiene in una nota che si può combattere l'inquinamento e lo spreco di energia anche con una dieta che preveda consumi stagionali e non cibo che deve percorrere migliaia di chilometri per arrivare sulle nostre tavole.

"Ogni pasto percorre in media quasi duemila chilometri con aerei, navi o camion - si legge nella nota - prima di giungere a tavola anche a causa di stili di vita poco attenti alla stagionalità nei consumi e che sprecano energia".

Coldiretti ha presentato con propri gazebo nelle piazze la prima "dieta antismog", con la lista nera dei cibi da evitare per contribuire a migliorare l'aria e salvare ambiente e salute.

"E' stato calcolato che - dice Coldiretti nel comunicato - un chilo di ciliegie dal Cile per giungere sulle tavole italiane deve percorrere quasi 12.000 chilometri con un consumo di 6,9 chili di petrolio e l'emissione di 21,6 chili di anidride carbonica, mentre un chilo di mirtilli dall'Argentina deve volare per più di 11.000 chilometri con un consumo di 6,4 kg di petrolio che liberano 20,1 chili di anidride carbonica e l'anguria brasiliana viaggia per oltre 9.000 km, brucia 5,3 chili di petrolio e libera 16,5 chili di anidride carbonica per ogni chilo di prodotto, attraverso il trasporto con mezzi aerei".

Secondo la Coldiretti consumando prodotti locali, di stagione e a chilometri zero e facendo attenzione agli imballaggi, una famiglia può arrivare ad abbattere fino a 1.000 chili di anidride carbonica l'anno.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Immagine di un banco Coldiretti con frutta proveniente dall'estero. HO</p>