Arriva l'eco-guida per scegliere il pesce sostenibile

giovedì 25 febbraio 2010 11:22
 

SINGAPORE (Reuters) - Ami mangiare il pesce ma anche rispettare l'ambiente? Una nuova guida alle specie sostenibili nell'Asia pacifica punta ad aiutare chi, a Singapore, vuole gustarsi prelibatezze senza danneggiare uno dei più grandi ecosistemi marini del mondo.

Singapore è uno dei Paesi della regione Asia Pacifico dove si consuma più pesce: secondo il Wwf -- che oggi ha presentato la Singapore Seafood Guide -- ogni anno ne vengono mangiate 100.000 tonnellate.

"Usando questa guida i consumatori e le aziende possono fare la differenza compiendo scelte informate in tema di pesce", spiega Amy Ho, managing director di Wwf Singapore.

La guida impiega un semplice sistema a semaforo: il verde è per i pesci consigliati, il giallo per quelli da mangiare solo occasionalmente e il rosso per le specie da evitare.

Singapore, spiega il Wwf, per la maggior parte importa pesce dal Triangolo dei Coralli, un ecosistema marino unico e fragile che copre sei milioni di chilometri quadrati di oceano e sei Paesi -- Indonesia, Malaysia, Papua Nuova Guinea, Filippine, Isole Salomone e Timor Est -- e ospita più di 3.000 specie di pesci.

"Il Triangolo dei Coralli è sotto crescente minaccia perché i pesci vengono pescati più velocemente di quanto si dovrebbe per permettere il ricambio", spiega Geoffrey Muldoon del Programma per il Triangolo dei Coralli del Wwf.

La Singapore Seafood Guide si può scaricare gratuitamente dal sito www.wwf.sg e verrà distribuita in tutto il Paese.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>La cuoca di un locale di Singapore prepara lo "yu sheng", un piatto a base di pesce. REUTERS/Tim Chong (SINGAPORE)</p>