Salute, studio: i non fumatori sono più intelligenti?

mercoledì 24 febbraio 2010 13:46
 

NEW YORK (Reuters) - I fumatori di sigarette hanno un quoziente intellettivo (Qi) inferiore a quello dei non fumatori mentre all'aumentare del numero giornaliero di sigarette fumate corrisponde una diminuzione del Qi.

E' quanto emerge da uno studio effettuato su 20.000 reclute israeliane.

Il dottor Mark Weiser e i colleghi del centro medico Sheba di Tel Hashomer hanno trovato che i ragazzi che fumano almeno un pacchetto di sigarette hanno un Qi inferiore di 7,5 punti rispetto ai non fumatori.

"Si potrebbero pensare a dei programmi di prevenzione per gli adolescenti con Qi più bassi", concludono nella rivista Addiction.

I ricercatori non hanno confrontato solo il Qi dei non fumatori (in media 101) con quello dei fumatori (con una media da 90 a 96 a seconda del numero di sigarette fumate) ma hanno anche monitorato persone che hanno iniziato a fumare dopo la leva.

Secondo Weiser, i risultati dello studio suggeriscono che gli individui con un Qi più basso sono più propensi a fumare ma non che il fumo renda le persone meno intelligenti.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Giovani ebrei fumano a Gerusalemme. Foto d'archivio. REUTERS/Ronen Zvulun</p>