Cinema, Charlie Sheen segue la moglie in centro riabilitazione

mercoledì 24 febbraio 2010 12:03
 

di Jill Serjeant

LOS ANGELES (Reuters) - L'attore Charlie Sheen, star della sitcom statunitense "Due uomini e mezzo", ha seguito le orme della moglie ed è entrato in un centro di riabilitazione, in un momento in cui la coppia sta cercando di riorganizzare la propria vita dopo la violenta lite avvenuta il giorno di Natale.

L'ingresso di Sheen nel centro, definito dal suo addetto stampa "una misura precauzionale", è avvenuto per motivi non meglio precisati, ma ha provocato la sospensione temporanea del suo show sulla Cbs.

Anche la terza moglie dell'attore 44enne, Brooke Muller, è stata ricoverata in un centro di riabilitazione di Los Angeles negli ultimi giorni, stando a quanto riportato dai media, che hanno parlato, per la Muller, di un ricovero per abuso di sostanze stupefacenti.

Sheen è stato accusato ad inizio mese di aver aggredito e minacciato la moglie durante un'accesa discussione, avvenuta lo scorso 25 dicembre, nella loro casa ad Aspen, in Colorado. Era stata la stessa Muller a chiamare la polizia, sostenendo che il marito le avesse puntato un coltello alla gola minacciandola di morte dopo aver saputo della sua intenzione di divorziare.

Secondo il sito che si occupa di celebrità Tmz.com la coppia era ubriaca al momento della lite, stando ai test dell'alcol.

Sheen è ora libero su cauzione, in attesa dell'udienza fissata per il 15 marzo, anche se la moglie ha già più volte ripetuto che vorrebbe che le accuse cadessero, visto il tentativo della coppia di riconciliarsi.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Charlie Sheen con la moglie in una immagine di archivio REUTERS/Danny Moloshok</p>