Poste,Agcom:serve regolatore indipendente,"noi candidato ideale"

sabato 20 febbraio 2010 17:42
 

ROMA (Reuters) - L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni ha evidenziato la necessità di individuare nel settore dei servizi postali un regolatore indipendente che conduca alla liberalizzazione del mercato.

E' quanto si legge in una "segnalazione al governo e al Parlamento sulle competenze regolamentari in materie di servizi postali" diffusa oggi dall'Agcom, guidata da Corrado Calabrò.

"L'Agcom ritiene necessaria l'individuazione di un regolatore indipendente, con un elevato grado di expertise, che conduca alla liberalizzazione del settore e consenta, inoltre, l'archiviazione della procedura di infrazione avviata dalla Commissione europea, attualmente pendente", si legge nella segnalazione.

L'Agenzia sottolinea che "l'attribuzione delle funzioni regolatorie potrebbe essere disposta a favore di Autorità già esistenti" per evitare il proliferare di organismi di controllo.

"L'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni appare il candidato naturale alla regolamentazione e alla vigilanza di tali servizi", dice l'Agcom nella segnalazione, in cui sottolinea tra l'altro che in 22 Paesi Ue su 27 "l'Autorità di regolamentazione delle telecomunicazioni presiede anche alla vigilanza dei servizi postali", e soprattutto che in questo caso l'operazione sarebbe "senza oneri aggiuntivi a carico del bilancio statale, laddove venissero estesi anche al settore postale i vigenti meccanismi di autofinanziamento dell'Autorità gravanti sugli operatori del mercato".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia