La Francia compra le memorie di Casanova

sabato 20 febbraio 2010 11:48
 

PARIGI (Reuters) - La Biblioteca nazionale francese ha acquistato le memorie del famoso latin-lover veneziano Giacomo Casanova, che si pensava fossero andate distrutte alla fine della Seconda guerra mondiale.

Le 3.700 pagine ingiallite della "Storia della mia vita" di Casanova sono state ritrovate in dozzine di scatole messe al sicuro appena qualche giorno prima dei bombardamenti degli alleati in Germania nel 1945.

"Durante la Seconda guerra mondiale Lipsia fu bombardata, ma le scatole sono state scoperte nel seminterrato della banca dove erano state portate", ha spiegato a Reuters Tv Marie-Laure Prevost, curatrice della Bibliotheque Nationale de France.

La Biblioteca nazionale ha pagato circa sette milioni di euro per le memorie, che Casanova iniziò a scrivere nel 1789.

"I manoscritti di Casanova sono l'acquisto più importante mai fatto dalla biblioteca. E naturalmente è un grande evento dal punto di vista culturale", ha detto Bruno Racine, capo della biblioteca.

Negli scritti, che ha continuato a modificare fino alla sua morte nel 1798, Casanova descrive le sue avventure amorose.

"E' uno dei testi più pubblicati al mondo con centinaia di pubblicazioni... e sono sempre stati corretti, semplificati, falsificati. Così quello che è importante per noi è trovare la verità autentica", ha aggiunto Racine.

L'acquisto è stato finanziato da un donatore privato e la biblioteca spera di mettere in mostra il manoscritto nell'autunno 2011.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia