Iata: 2009 il secondo anno più sicuro per viaggi aerei

giovedì 18 febbraio 2010 19:09
 

GINEVRA (Reuters) - Il 2009 è stato il secondo migliore anno per la sicurezza del trasporto aereo, con un incidente per ogni 1,4 milioni di voli compiuti su velivoli costruiti in Occidente, rispetto a un incidente su 1,2 milioni nel 2008.

Lo dice oggi l'associazione industriale Iata.

"Dobbiamo capire le dinamiche dei rischi, non ricordando solo la manciata di incidenti che avviene annualmente, ma considerando l'intero mercato e i milioni di voli sicuri", dice Giovanni Bisignani, direttore generale di Iata.

Bisignani dice che l'industria ha registrato un miglioramento nonostante lo scorso decennio sia stato accompagnato da perdite complessive -- per tutta l'industria -- di circa 3,7 miliardi di euro l'anno.

Nel 2009 ci sono stati 19 incidenti che hanno coinvolto velivoli costruiti in Occidente e 90 per tutti i tipi di velivolo, occidentali e orientali: nel 2008 erano invece stati rispettivamente 22 e 109.

Degli incidenti, 18 che hanno coinvolto aerei di tutti i tipi hanno causato la morte di passeggeri per un numero totale di vittime pari a 685.

Nel 2009, gli incidenti sulla pista di atterraggio hanno rappresentato il 26% di tutti gli incidenti nel 2009 mentre la guida del pilota è stato un fattore che ha contribuito al 30% degli incidenti.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>22 gennaio 2010. Janet Napolitano, segretario del Dipartimento di Sicurezza Interna americano, alla conferenza della Iata a Ginevra. REUTERS/Denis Balibouse</p>