Gb, presentatore Bbc ammette di aver aiutato a morire compagno

martedì 16 febbraio 2010 12:24
 

LONDRA (Reuters) - La polizia britannica ha fatto sapere oggi che indagherà sul presentatore della Bbc che ha ammesso di aver ucciso il suo ex compagno che stava morendo di Aids, portando nuovamente in primo piano il dibattito sul suicidio assistito.

Ray Gosling, 70 anni, presentatore storico di radio e tv, ha ammesso di aver soffocato il suo compagno con un cuscino in ospedale per tenere fede al patto che avevano fatto nel caso la malattia si fosse aggravata.

"Avevamo questo accordo. Se la situazione si fosse aggravato, avrei posto fine alla sua vita. E questo è quello che ho fatto", ha detto Gosling alla Bbc. "I dottori avevano detto che non c'era niente da fare, e lui stava soffrendo tantissimo. Così ho preso il cuscino e l'ho soffocato fino alla morte".

La polizia ha reso noto di essere venuta a conoscenza di questo caso solo dopo che l'intervista di Gosling è andata in onda.

"Siamo in contatto con la Bbc e indagheremo sulla vicenda", si legge in un comunicato della polizia di Nottinghamshire.

Nonostante i ripetuti ricorsi nei tribunali, il suicidio assistito è illegale in Gran Bretagna e comporta una pena massima di 14 anni di reclusione.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Bandiera di Bbc in foto d'archivio. REUTERS/Toby Melville</p>