Salute, italiani e europei spendono miliardi in medicinali falsi

martedì 16 febbraio 2010 10:46
 

LONDRA (Reuters) - Gli europei occidentali spendono una stima di 10,5 miliardi di euro all'anno in medicinali originati in modo illecito, per la maggior parte contraffatti, secondo un sondaggio sponsorizzato da Pfizer e reso noto oggi.

Italiani e tedeschi acquistano la maggior parte dei farmaci vendibili solo con prescrizione senza ricetta, spesso su Internet o in viaggi all'estero, nightclub, negozi e tramite amici.

I medicinali contraffatti spesso contengono ingredienti sbagliati o tossici e rappresentano una crescente minaccia per la salute in tutto il mondo, soprattutto nei paesi poveri, secondo l'Organizzazione mondiale della Sanità.

Sono anche una spina nel fianco di società come la Pfizer, la più grande casa farmaceutica al mondo, la cui pillola contro l'impotenza Viagra e il farmaco anticolesterolo Lipitor sono due dei bersagli preferiti per le contraffazioni illegali.

Il problema inizia ad essere preso seriamente dai funzionari europei. Il commissario Ue uscente dell'Industria, Guenter Verheugen, ha detto a dicembre di essere "estremamente preoccupato" dai medicinali contraffatti dopo il sequestro di 34 milioni di false pastiglie in varie dogane Ue in solo due mesi.

Jim Thomson, presidente dell'Alleanza europea per l'accesso ai medicinali sicuri, che riceve finanziamenti dalle case farmaceutiche, ha detto che i test fatti dal suo gruppo hanno mostrato che il 62% dei medicinali acquistati online sono falsi o non rispettano gli standard.

"L'industria ha un interesse mascherato in questo? Assolutamente. Ma penso che la società dovrebbe avere un interesse maggiore affinché questo venga fermato", ha detto a Reuters.

"I farmaci contraffatti stanno costando all'industria un'enorme quantità di denaro, ma costa ancora di più ai servizi sanitari".

In tutto, il 21% delle 14.000 persone intervistate in 14 stati ha detto di aver acquistato medicinali illegalmente, con un tasso che arriva al 37-38% in Germania e Italia, scendendo al 10% in Olanda e al 12% in Gran Bretagna.

Le medicine per perdere peso rappresentano circa la metà di tutti gli acquisti online, seguite dalle cure su prescrizione per l'influenza, come il Tamiflu di Roche; pillole per la disfunzione erettile, per smettere di fumare e antidolorifici.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>10 febbraio 2010. Funzionario svizzero tiene in mano medicinali falsi. Allo scorso giugno risale la confisca ad opera delle autorit&agrave; svizzere di 17.500 scatole di medicinali falsi. REUTERS/Denis Balibouse</p>