Oscar,vincitori faranno due discorsi per evitare soliti "grazie"

martedì 16 febbraio 2010 09:52
 

Di Bob Tourtellotte

LOS ANGELES (Reuters) - Gli organizzatori degli Academy Award hanno ideato uno stratagemma per evitare che i vincitori degli Oscar si esibiscano nei soliti, stucchevoli, discorsi di ringraziamento al momento della premiazione.

La soluzione consiste semplicemente nel permettere ai vincitori di fare due discorsi.

Tra i candidati alla statuetta principale ci sono anche George Clooney, Sandra Bullock, Meryl Streep e Jeff Bridges, che hanno partecipato ieri sera al pranzo dedicato ai nominati, ai quali, come di consueto, i produttori hanno dato delle dritte sul discorso da 45 secondi da tenere durante la cerimonia.

Agli attori è stato consigliato di evitare la solita, lunga lista di persone da ringraziare, che spazia dal regista, al produttore fino a familiari ed amici. Il co-produttore degli Oscar Bill Mechanic ha definito il discorso di ringraziamento "il momento più odiato dell'intera cerimonia".

Per questo motivo Mechanic e l'altro co-produttore Adam Shankman hanno deciso di concedere ai vincitori due discorsi. Uno nel quale potranno spiegare al pubblico che cosa significa l'Oscar per loro e l'altro, il cosiddetto "Thank You Cam", durante il quale potranno ringraziare tutte le persone che vogliono.

"Condividete l'emozione di ricevere un Oscar" con il pubblico, ha detto Shankman ai nominati durante il pranzo. Ovviamente, non c'è la garanzia che gli attori seguano alla lettera le indicazioni, nonostante i produttori abbiano mostrato un esempio della loro idea, proiettando un video nel quale premi Oscar del passato, come Renee Zellweger, improvvisavano proprio un discorso sul significato degli Oscar.

L'altra novità di quest'anno riguarderà, invece, le statuette. A differenza degli altri anni, infatti, sulla statuetta non ci sarà la targhetta con il nome del vincitore, così che nessuno possa sapere in anticipo chi si è aggiudicato l'ambito premio.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>2 febbraio 2010. Statuetta degli Oscar sul palco in occasione dell'annuncio delle candidature. REUTERS/Danny Moloshok</p>