Carnevale di Rio, in lacrime la reginetta di 7 anni

lunedì 15 febbraio 2010 13:41
 

RIO DE JANEIRO (Reuters) - Una regina del Carnevale di sette anni ha guidato ieri i percussionisti nel Sandromodo di Rio de Janeiro, in uno stato di evidente difficoltà che potrebbe contribuire alle numerose polemiche sulla decisione che ha portato la giovanissima ragazzina ad incarnare un ruolo di grande importanza, tradizionalmente carico di una forte connotazione sessuale.

Sotto sfolgoranti luci e a passo di assordanti fuochi d'artificio, Julia Lira è uscita ammiccando per poi sciogliersi in lacrime davanti al nugolo di fotografi e giornalisti raccolti intorno a lei prima della partenza della sua banda.

Con un piccolo vestito porpora, un top di paillette e un diadema d'argento, Lira è rimasta in silenzio davanti dalle domande dei giornalisti e, visibilmente triste, è scoppiata in lacrime, trovando il conforto del padre e degli altri ballerini.

"Ha pianto perché c'erano troppe persone intorno a lei", dice Marco Lira, padre della ragazzina e presidente della scuola di samba di Viradouro.

L'assegnazione del ruolo della reginetta delle percussioni ("rainha de bateria"), tradizionalmente ricoperto da modelle provocanti o da famose sex-symbol, alla bambina di terza elementare ha destato un forte dibattito in Brasile e all'estero.

Lira ha ottenuto settimana scorsa il permesso di presenziare alla parata da un tribunale chiamato a giudicare in seguito al reclamo di un'organizzazione per i diritti dell'infanzia.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>14 febbraio 2010. Sanbodromo di Rio de Janeiro in occasione del Carnevale. REUTERS/Bruno Domingos</p>