Roma sotto neve dopo 25 anni. Riaperto scalo Ciampino

venerdì 12 febbraio 2010 12:56
 

ROMA (Reuters) - Dopo 25 dall'ultima nevicata significativa, questa mattina molti quartieri della Capitale sono stati ricoperti da un leggero mantello di neve, che ha provocato la gioia di molti - che hanno postato anche foto su Facebook - ma anche qualche disagio alla circolazione.

Intanto, l'aeroporto di Ciampino è stato riaperto intorno alle 12.20, dopo essere rimasto chiuso un paio d'ore per scarsa visibilità.

La neve era attesa, dopo che ieri la Protezione civile aveva diffuso un'allerta meteo e il Campidoglio aveva reso noto un piano anti-emergenza. E poco prima delle 8 la pioggia si è trasformata in nevischio e poi in neve, a più riprese.

Mentre a Roma si riuniva il "Centro Operativo Comunale" - di cui fanno parte rappresentanti del Comune, della Protezione civile, delle forze dell'ordine e delle varie aziende di servizi - la neve cadeva a tratti fitta dal centro storico all'Eur, da Acilia a Prati. E, in modo più consistente, sui Castelli Romani, la zona collinare a sud-est di Roma.

Il trasporto pubblico romano, dice l'Atac - l'azienda di trasporto urbano - continua a funzionare regolarmente.

E' stato invece chiuso alle 10.30 per scarsa visibilità l'aeroporto di Ciampino, da cui partono soprattutto voli low cost.

Gli aerei sono stati deviati per un paio d'ore verso lo scalo di Fiumicino, dove la neve non è caduta. Poi alle 12.20 è arrivata la riapertura, con l'atterraggio di un volo di Ryanair, hanno detto le autorità aeroportuali.

I vigili urbani dicono che la neve ha provocato alcuni tamponamenti e file, soprattutto sulle strade in entrata verso la Capitale e verso i Castelli Romani.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Turiste giapponesi sotto la neve di fronte al Colosseo, Roma, 12 febbraio 2010. REUTERS/Alessandro Bianchi</p>