11 febbraio 2010 / 16:52 / 8 anni fa

Alitalia: Malpensa "hub duale",obiettivo 2012 è 3 mln passeggeri

di Silvia Molteni

BUSTO ARSIZIO, Varese (Reuters) - Raddoppiare i passeggeri trasportati dagli attuali 1,5 milioni a tre, con una crescita del 20% già nel 2010, e aumentare le destinazioni servite da 20 a 32 e i voli annuali da 16.770 a quasi 25.000.

Sono questi alcuni degli obiettivi che Alitalia ha intenzione di attuare su Malpensa nei prossimi tre anni, contenuti nel piano triennale di sviluppo dell'offerta sugli scali milanesi presentato oggi all'aeroporto varesino in presenza del presidente della compagnia Roberto Colaninno, dell'AD Rocco Sabelli e del presidente di Sea Giuseppe Bonomi.

Complessivamente, dagli scali milanesi le destinazioni offerte da Alitalia passeranno dalle 39 del 2009 alle 47 nel 2012, e il numero di passeggeri trasportati da 6,9 a 9 milioni.

Per Air One è stata pensata una nuova offerta secondo un modello di "smart carrier", che prevede costi contenuti per fare concorrenza alle compagnie low-cost senza però che il vettore lo diventi: pur con tariffe convenienti -- da 25 euro per le destinazioni nazionali e da 70 per quelle internazionali -- per i passeggeri sarà infatti possibile ottenere senza costi aggiuntivi l'assegnazione del posto, il trasporto della valigia e il check-in in aeroporto.

La nuova offerta della compagnia sul bacino milanese sarà operativa dal 28 marzo, data di avvio della stagione estiva 2010.

MALPENSA "HUB DUALE"

Per quanto riguarda Linate, il piano Alitalia prevede per lo scalo 24 destinazioni, 66.000 voli all'anno e il passaggio da 5,4 a 6 milioni di passeggeri trasportati entro il 2012.

Malpensa, come ha spiegato Sabelli, diverrà invece un "hub duale".

"Ci sarà una convivenza di due tipi di mercato e due tipi di prodotti", ha spiegato l'AD della compagnia. "Sarà un 'hub duale', in cui convivranno due modelli di business": il traffico intercontinentale legato a clienti business e leisure, che oggi conta tra i 6 e i 7 milioni di passeggeri, e il traffico domestico e internazionale per clienti "price sensitive", che ne conta circa 22 milioni.

Nel presentare il piano, Colaninno ha sottolineato che "anche Malpensa e la Sea devono fare i conti con il mercato".

"Noi abbiamo il dovere di essere a Malpensa e non perdere soldi. Se si perdono soldi non mi va bene", ha sottolineato il presidente di Alitalia.

Delle 32 destinazioni che Alitalia prevede di raggiungere da Malpensa entro il 2012, nove sono intercontinentali -- cinque operate direttamente dal vettore italiano (Tokyo, New York, Il Cairo, Tunisi e Miami, che sostituirà San Paolo) e quattro in code share con compagnie partner (Atlanta, Seul, Abu Dhabi e Shanghai) --, 16 internazionali e 11 italiane.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below