Vancouver, la neve cade ma è Lindsay Vonn a far tremare i Giochi

giovedì 11 febbraio 2010 11:35
 

VANCOUVER (Reuters) - La sciatrice americana Lindsey Vonn, la campionessa più attesa dei Giochi invernali di Vancouver, ha gelato il mondo olimpico ieri, mettendo in dubbio la sua partecipazione alle gare per un infortunio.

La notizia, giunta come una valanga a due giorni dall'inaugurazione delle Olimpiadi, che si svolgeranno dal 12 al 28 febbraio, è stata in parte compensata dalla nevicata su Cypress Mountain, sito delle gare di sci freestyle e snowboard noto in questi giorni per l'assenza di neve.

La neve ha imbiancato anche le piste in alta montagna di Whistler, dove si svolgeranno le gare di sci alpino, ma la fitta nebbia che l'ha accompagnata ha costretto gli organizzatori a cancellare la prima giornata di allenamento per la discesa maschile e fatto temere un rinvio della gara.

Nessun bollettino meteo potrà comunque distogliere i riflettori dalla regina dello sci, tanto che gli esperti parlano di Giochi di "Vonn-couver".

"Mi domando ora se sarò in grado di sciare", ha detto la 25enne Vonn in conferenza stampa ieri, a caccia della sua prima medaglia olimpica.

Vonn ha subito un infortunio alla tibia durante un allenamento in Austria la settimana scorsa e ha detto che "è stato l'infortunio più doloro che ho mai avuto", sebbene non ha preso ancora alcun antidolorifico.

Nonostante il suo scetticismo, i medici del team hanno detto che la sciatrice oggi potrà allenarsi come previsto e che una decisione finale sarà presa in giornata.

"Penso che sta andando nella direzione giusta e sarà pronta al 100% per la supercombinata di domenica", ha detto Sterett, medico del team di sci Usa.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Lindsey Vonn in foto d'archivio. REUTERS/ Dominic Ebenbichler</p>