Stanze impregnate di fumo sono cangerogene, dice studio

martedì 9 febbraio 2010 12:53
 

WASHINGTON (Reuters) - Il fumo stantio non lascia nelle stanze soltanto un cattivo odore ma anche delle tossine responsabili di degenerazioni cancerose, dicono oggi ricercatori Usa.

Gli agenti che causano il cancro, chiamati nitrosammine del tabacco, si legano a una serie di superfici, da dove possono entrare in contatto con le persone, specialmente neonati e bambini, dice il gruppo di ricercatori del Lawrence Berkeley National Laboratory.

"Questi risultati accendono i riflettori sul problema legato al fumo di tabacco residuo, recentemente chiamato 'fumo di terza mano'", scrivono i ricercatori in una nota dell'Accademia Nazionale delle Scienze.

Suggeriscono anche che una buona pulizia può rimuovere questi componenti chimici potenzialmente pericolosi, sostenendo che le tossine a diffusione aerea possono essere trovate anche sulle superfici.

"Dato il frequente contatto con le superfici e la polvere, i neonati e i bambini sono ad alto rischio", aggiungono.

James Pankow, ricercatore che ha partecipato allo studio, dice che il loro lavoro potrebbe sollevare dubbi sulla sicurezza delle sigarette elettroniche, le "e-cigarette", che non producono fumo ma solo vapore contenente nicotina.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Donna che fuma in foto d'archivio. REUTERS/Yuriko Nakao</p>