Gb, quattro deputati formalmente accusati di note spese gonfiate

venerdì 5 febbraio 2010 12:41
 

LONDRA (Reuters) - I pubblici ministeri britannici hanno fatto sapere oggi che accuseranno quattro parlamentari di aver abusato del sistema di rimborsi spese del parlamento britannico.

Le accuse rappresentano l'ultimo capitolo di uno scandalo che riguarda le note spese dei parlamentari e che ha danneggiato l'immagine di entrambi i principali partiti politici, laburisti e conservatori, in vista delle prossime elezioni previste per giugno.

Un rapporto ufficiale diffuso ieri riferisce di 390 deputati che hanno presentato note spese gonfiate tra il 2004 e il 2009, e che dovranno pertanto pagare una multa che complessivamente ammonta a più di 1,6 milioni di dollari.

"Molte delle accuse riguardano spese familiari ritenute insignificanti dai revisori dei conti, ma alcuni deputati sono accusati di abusi più gravi, come nel caso degli episodi di "flipping", in cui i parlamentari hanno cambiato la dichiarazione sulla prima casa per poter massimizzare i sussidi sulla seconda".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il Parlamento britannico. REUTERS/Luke Macgregor (BRITAIN - Tags: CITYSCAPE POLITICS SOCIETY TRAVEL IMAGES OF THE DAY BUSINESS)</p>