Studio americano mostra come le zanzare "annusano" gli uomini

giovedì 4 febbraio 2010 12:09
 

WASHINGTON (Reuters) - Alcuni ricercatori hanno identificato alcuni degli strumenti che le zanzare usano per fiutare prede umane, scoperta questa che potrebbe aiutare a produrre repellenti e trappole per uccidere i fastidiosi insetti.

Gli studiosi hanno spiegato di aver trovato 50 differenti geni che la zanzara Anopheles gambiae, quella della malaria, usa per percepire le persone, studiando come ciascuno di questi geni sia responsabile della percezione di specifici odori umani, inclusi quelli che attraggono le zanzare.

La loro analisi, pubblicata sulla rivista Nature, potrebbe aiutare notevolmente nella guerra contro le zanzare, supportando un settore in cui il numero di composti chimici è molto ridotto.

Ciascun gene controlla un recettore, struttura proteica che si lega alla molecola portatrice dell'aroma umano.

John Carlson, ricercatore della Yale University, e colleghi hanno trasferito i 50 geni nella cellula nervosa di un moscerino della frutta chiamato Drosophila.

I moscerini della frutta non cercano di percepire l'odore umano e dunque qualsiasi gene della zanzara colpito dallo stimolo generato dall'odore umano è con buona probabilità quello che le zanzare usano per indirizzarsi verso il sangue umano.

"I risultati potrebbero avere implicazioni per il controllo della malaria, una delle malattie più pericolose al mondo", scrive il gruppo di lavoro di Carlson.

La ricerca potrebbe aiutare ad "identificare composti adatti a repellere, attrarre in trappola e interferire con il volo delle zanzare".

La malaria, diffusa dal contatto di zanzare femmine infette con il sangue umano, uccide circa 1 milione di persone ogni anno con alti tassi di mortalità in Africa e tra le fasce più giovani della popolazione, sostiene l'Organizzazione Mondiale per la Sanità.   Continua...

 
<p>Alcune zanzare in osservazione al microscopio. REUTERS</p>