Vendita di un Picasso da Christie's non delude aspettative

mercoledì 3 febbraio 2010 09:59
 

LONDRA (Reuters) - Pablo Picasso non ha perso appeal agli occhi dei collezionisti: lo dimostra la vendita del ritratto che l'artista fece alla sua seconda moglie Jacqueline, lotto principale di un'asta di pezzi d'arte moderna e impressionista organizzata ieri sera a Londra da Christie's.

"Tete de femme (Jacqueline)", dipinto nel 1963, ha incassato 8,1 milioni di sterline (circa 9,3 milioni di euro), più o meno il doppio di quanto stimato prima dell'asta.

Il dipinto non veniva esposto in pubblico dal 1967 e, negli ultimi 30 anni, ha sempre fatto parte della stessa collezione.

Jacqueline aveva un collo molto corto, e si racconta che Picasso, quando la dipingeva, ne esagerava volutamente le dimensioni, come in "Tete de femme".

La seconda cifra più alta -- 7,1 milioni di sterline (circa 8,1 milioni di euro) -- è stata sborsata per "La Gitane" dell'artista olandese Kees van Dongen.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il dipinto di Pablo Picasso "Tete de femme". REUTERS/Stefan Wermuth</p>