Europa, ricerca: gli scandinavi i più tolleranti

martedì 26 gennaio 2010 18:49
 

LONDRA (Reuters) - E' un'Europa che presenta ancora rilevanti differenze in materia di tolleranza nei confronti di convivenza e divorzio tra Paesi scandinavi e dell'ex blocco comunista quella che emerge da una ricerca annuale presentata oggi a Londra.

Gli Stati in cui le famiglie non tradizionali trovano più ostilità sono gli ex Paesi comunisti con una forte influenza cristiana, mentre i Paesi più liberali sono quelli scandinavi, dice l'indagine British Social Attitudes.

La Slovacchia è il Paese in cui le coppie che hanno deciso di non avere figli trovano i maggiori ostacoli: il 53% della popolazione disapprova infatti questo tipo di decisione.

La percentuale di disapprovazione raggiunge i livelli minimi in Danimarca e in Gran Bretagna, in cui si attesta rispettivamente al 6 e all'8%.

Il Paese più liberale nei confronti dei divorzi quando c'è di mezzo un figlio di meno di 12 anni è la Danimarca, dove solo il 14% della popolazione - contro il 49% registrato in Polonia - pensa che questa sia una decisione sbagliata.

"Nella maggioranza dei Paesi europei ... è poco probabile che ci sia una coro di disapprovazione nel caso in cui le persone si comportino in maniera anticonformista", dice in una nota il co-autore dell'indagine Eric Harrison.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia