Inquinamento, Cina dice di aver già centrato obiettivi 2010

martedì 26 gennaio 2010 12:08
 

PECHINO (Reuters) - I cinesi hanno già ridotto le emissioni di agenti inquinanti del 10% al di sotto dei livelli del 2005, centrando con un anno di anticipo gli obiettivi che si erano posti, secondo quanto riferito oggi dall'agenzia di stampa ufficiale Xinhua.

La Cina aveva fissato un obiettivo nazionale vincolante di ridurre i livelli delle emissioni del 2005 di anidride solforosa, responsabile delle piogge acide, del 10% entro la fine del 2010. Tra gli obiettivi del quinquennio c'era anche la riduzione del 10% delle emissioni nocive prodotte dall'ossido nitroso, assieme alla domanda chimica di ossigeno, indicatore dell'inquinamento dell'acqua.

Zhou Shengxian, ministro per la Protezione dell'ambiente, ha detto che la maggior parte dell'obiettivo è stato centrato grazie all'installazione obbligatoria di strumenti che hanno ridotto le emissioni di SO2 del 24,6% rispetto al 2005.

Le emissioni di SO2 sono diminuite del 10,4% nel solo 2009 e verranno ridotte di altre 400.000 tonnellate quest'anno, ha aggiunto.

Secondo Zhou, si è dimostrata più difficile la riduzione della domanda chimica di ossigeno, considerato un indicatore affidabile della quantità di rifiuti chimici riversati nei fiumi, con progressi che variano in modo consistente a seconda delle zone.

Il ministero della Protezione dell'ambiente non è responsabile della campagna della Cina per ridurre le emissioni di anidride carbonica, condotta invece dal Dipartimento nazionale e dalla Commissione delle riforme.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia