Cinema, Avatar batte Titanic come film più distribuito di sempre

lunedì 25 gennaio 2010 10:59
 

LOS ANGELES (Reuters) - Titanic si è appena scontrato con un iceberg di nome Avatar. Lo spettacolare film di fantascienza di James Cameron ha superato il melodramma marittimo come film più distribuito di sempre ed è sul punto di raggiungere la vetta anche per quanto riguarda gli incassi, compreso il mercato nordamericano. Lo ha fatto sapere ieri la 20th Century Fox.

Lo studio cinematografico di News Corp ha comunicato che "Avatar" ha incassato 1.841 miliardi di dollari nei botteghini di tutto il mondo ed è a un passo da superare il record di Titanic, 1.843 miliardi di dollari, stabilito nel 1997-1998.

Per quanto riguarda, però, il mercato internazionale il sorpasso si è già consumato, con Avatar già a quota 1.288 miliardi di dollari contro i 1.242 miliardi dell'altro film diretto da Cameron.

In Nord America, però, Avatar potrebbe dover aspettare fino a due settimane per "affondare" definitivamente il record di Titanic, 601 milioni di dollari, come confermato dalla Fox.

Avatar, fino a questo momento, ha incassato in Usa e Canada 552,8 milioni di dollari, comunque abbastanza per superare il sequel di Batman, "The Dark Knight", che nel 2008 chiuse a 533 milioni.

La cifra raggiunta ai botteghini da Avatar, che non tiene conto dell'inflazione, ha avuto una discreta spinta anche dai prezzi per la proiezione in 3-D. Imax, infatti, ha fatto sapere di aver stabilito il record, per quanto riguarda le proiezioni 3-D, con 134 milioni di dollari incassati in tutto il mondo.

Il film che detiene il record di incassi in Nord America -- tenendo conto dell'inflazione -- è "Via col Vento" che, nel 1939, ha incassato 1,5 miliardi di dollari, stando ai dati di Box Office Mojo. Avatar, in questo momento, si trova in 26esima posizione in questa speciale classifica.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>James Cameron in una foto d'archivio. REUTERS/Danny Moloshok</p>