Errori in rapporto sul clima, funzionario Onu esclude dimissioni

sabato 23 gennaio 2010 17:28
 

di Matthias Williams

NEW DELHI (Reuters) - Il capo della commissione Onu dei climatologi si è impegnato oggi a rendere più severe le procedure di ricerca, ma ha liquidato l'ipotesi di sue dimissioni dopo l'errata proiezione che i ghiacciai dell'Himalaya sarebbero scomparsi entro il 2035.

Un rapporto del 2007 dell'intergovernativo Panel on Climate Change (Ipcc) affermava che il riscaldamento globale avrebbe potuto causare la scomparsa di migliaia di ghiacciai himalayani, se si fosse mantenuto lo stesso ritmo di scioglimento.

Rajendra Pachauri, capo del panel, ha detto ai giornalisti a Nuova Delhi di essersi pentito di aver incluso la previsione nel rapporto, ma ha detto anche che l'errore non dovrebbe mettere in ombra le prove crescenti che il cambiamento climatico è una minaccia reale.

"Le nostre procedure sono molto efficaci, molto solide", ha detto lo scienziato. "Tutto quello di cui dobbiamo essere sicuri è che poi si applichino".

Pachauri ha respinto le domande sulla possibilità che l'errore rafforzi coloro che sono scettici sul cambiamento climatico e se non lo spingano a doversi dimettere. "Le persone razionali... vedono il quadro più ampio. Non si fanno distrarre da un singolo errore, che naturalmente è increscioso", ha risposto. "Non ho intenzione di dimettermi dal mio incarico".

L'India e alcuni ricercatori sul clima hanno criticato l'Ipcc per aver esagerato la previsione sui ghiacciai himalayani, che forniscono stagionalmente acqua a nazioni come la Cina e l'India.

Se quei ghiaccia sparissero, la rete fluviale in Asia, essenziale per l'irrigazione, ne sarebbe gravemente danneggiata.

Errori nei rapporti Ipcc possono essere dannosi, dato che le conclusioni sono una guida per le politiche governative.   Continua...