Polanski, per giudice deve tornare in Usa per sentenza

sabato 23 gennaio 2010 15:00
 

LOS ANGELES (Reuters) - Un giudice di Los Angeles ha deciso che il regista Roman Polanski deve tornare negli Stati Uniti ed essere giudicato per aver fatto sesso con una 13enne nel 1977.

Il giudice Peter Espinoza ha respinto la richiesta di Polanski di essere giudicato in contumacia e ha invece detto che il regista deve fare ritorno in California.

"Ho scelto di insistere affinché appaia", ha detto Espinoza.

Polanski, 76 anni, lasciò la California nel 1978 ed è stato arrestato lo scorso settembre in Svizzerra. Attualmente si trova agli arresti domiciliari nella sua casa di Gstaad e sta cercando di evitare l'estradizione negli Usa.

I legali di Polanski hanno detto di essere pronti ad appellarsi contro la decisione del giudice, prolungando ancora la battaglia legale che si gioca tra la Svizzera e Los Angeles.

Polanski, premio Oscar nel 2003 per "Il pianista", si era dichiarato colpevole di aver fatto sesso con una minore nel 1977 ma fuggì in Francia prima della sentenza.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Il regista Roman Polanski in una immagine di archivio. REUTERS/Hannibal Hanschke</p>