Nepal, agenzia viaggi pronta ad accogliere gay e lesbiche

venerdì 22 gennaio 2010 12:55
 

KATHMANDU (Reuters) - Omosessuali che desiderano ardentemente un matrimonio su un elefante o sulla cima del mondo possono andare in Nepal, dove un'agenzia viaggi è pronta a soddisfare tutte le necessità di vacanzieri e di sposini.

L'agenzia Montagna Rosa è stata fondata da tre gay nepalesi tra cui Sunil Babu Pant, unico membro del Parlamento apertamente gay.

"Assicureremo notti tranquille. Nessuno sarà discriminato. Il Nepal accoglierà i turisti omosessuali che vorranno passare il loro tempo facendo rafting, trekking, arrampicata e safari nella giungla", ha detto Pant a Reuters.

L'agenzia offre anche matrimoni omosessuali sull'Everest, la vetta più alta del mondo, che con Lumbini, luogo natale di Buddha, attrae in Nepal circa mezzo milione di turisti all'anno.

"Accoglieremo ogni coppia gay o lesbica che voglia sposarsi in un posto esotico", ha aggiunto Pant.

L'omosessualità rimane un tabù in Nepal sebbene il Paese si sia mostrato sempre più "gay friendly".

Il primo matrimonio omosessuale in Nepal risale a tre anni fa.

Due anni fa, la Corte Suprema ha emanato un'ordinanza in cui richiedeva al governo di predisporre delle leggi che garantissero agli omosessuali pari diritti rispetto al resto della popolazione.

Il turismo rappresenta il 4% del Pil nepalese. Il governo spera di duplicare entro il 2011 il numero di turisti per dare slancio all'economia duramente provata da anni di conflitto.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Kathmandu. Sunil Babu Pant, parlamentare nepalese, prende parte alla manifestazione del 2008 per i diritti gay. REUTERS/Shruti Shrestha</p>