Tigri indonesiane, ambientalisti contestano piano adozione

venerdì 22 gennaio 2010 11:26
 

JAKARTA (Reuters) - La proposta del governo indonesiano di offrire in adozione le tigri di Sumatra a facoltosi cittadini ha trovato l'opposizione degli ambientalisti, che sostengono che questa non sia una misura corretta per preservare la specie in via di estinzione.

Sono rimaste soltanto 400 tigri in tutta l'Indonesia. Questi animali, il cui habitat è ridotto continuamente dalla deforestazione in atto, sono cacciati illegalmente perché il loro corpo è usato nella medicina tradizionale.

"Ci sono molte richieste di uomini facoltosi... Dobbiamo cercare di fare qualcosa di concreto per proteggere questi animali", dice Darori, alto dirigente del ministero dell'Ambiente e della Tutela Forestale.

Gli animali disponibili per l'adozione saranno quelli già in cattività.

E' stato disposto che le gabbie siano alte almeno 5 metri, larghe 6 e profonde 10.

"Questo dimostra che il governo non sta affrontando seriamente la minaccia che incombe sulla tigre di Sumatra. Dovrebbero piuttosto smettere di concedere concessioni [alle aziende di legname]", dice Bustar Maitar di Greenpeace.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Una tigre indonesiana di 5 anni giace ferita in una gabbia. Foto d'archivio. REUTERS/Tarmizy Harva</p>