Cinema e tv, previsto lieve recupero posti di lavoro a Hollywood

giovedì 21 gennaio 2010 10:15
 

LOS ANGELES (Reuters) - L'incasso record ai botteghini nel 2009 non è bastato ad evitare il taglio di posti di lavoro a Hollywood l'anno scorso, ma ci si aspetta che il 2010 porti un modesto recupero fino a 3.000 posti, in parte grazie all'aumento delle produzioni tv.

E' quanto emerge da un rapporto economico diffuso oggi, secondo cui nella zona di Los Angeles, il centro della produzione cinematografica e televisiva negli Usa, si sono persi 9.000 posti nel 2009, portando il numero degli impiegati nell'industria a 132.400.

Lo studio sull'intrattenimento e i media a Los Angeles, realizzato dalla Los Angeles County Economic Development Corporation, attribuisce le perdite dei posti al fatto che le società di media hanno stretto la cinghia a causa della recessione.

"La maggior parte degli studios fa parte di conglomerati di media, in maggioranza esposti a un calo della pubblicità", spiega Jack Kyser, economista del gruppo che ha condotto lo studio.

La California ha perso produzioni a favore del Canada e di stati come Louisiana, New York e New Mexico, che offrono agevolazioni fiscali per i produttori.

Kyser spiega di aspettarsi per il 2010 che il nuovo programma di incentivi della California contribuisca ad aumentare le produzioni.

Il governatore della California Arnold Schwarzenegger ha detto questa settimana che il programma genererà oltre 710 milioni di dollari da parte dei produttori all'interno dello stato durante l'attuale anno fiscale.

In totale, Kyser si aspetta un aumento di 2.000-3.000 posti nella zona di Los Angeles nel settore cinema e tv per il 2010.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Vista della rinomata collina con l'insegna di Hollywood. Foto d'archivio.REUTERS/Fred Prouser</p>