Videogiochi, in Italia leggera flessione del mercato

mercoledì 20 gennaio 2010 13:48
 

ROMA (Reuters) - Il settore dei videogiochi ha registrato in Italia una lieve flessione -1,7% - tra il 2008 e l'anno scorso, nonostante la recessione. Lo dice uno studio condotto dalla società di ricerche GfK per conto dell'Aesvi, la società degli editori di videogame.

"Il 2009 per il mercato dei videogiochi in Italia è stato un anno positivo in un clima economico di recessione dei consumi che ha avuto un impatto anche sull'industria dell'intrattenimento in generale. Il settore ha infatti registrato nel suo complesso una lieve flessione rispetto al 2008 (-1,7% a valore), ma molto più contenuta rispetto all'andamento del mercato europeo e internazionale", dice la nota dell'Associazione Editori Software Videoludico Italiana.

La nota dice che l'hardware ha registrato una crescita complessiva dell'1% per volume, a fronte però di un calo a valore del 3,2% "dovuto in particolare al riposizionamento di prezzo di alcune console".

Per quanto riguarda invece il software, i videogiochi per console sono aumentati sia di volume (+ 0,2%) che di valore (+1%).

In calo, invece, la vendita di giochi video per pc (-22,4% a volume, - 13,6% a valore), secondo l'Aesvi "soprattutto (a causa) dall'impatto negativo della pirateria".

"Il mercato videoludico in Italia ha retto bene l'impatto con la crisi economica dimostrando la sua natura di settore anticiclico rispetto alla recessione globale dei consumi", ha detto nella nota Gaetano Ruvolo, presidente dell'Aesvi.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Un'immagine della console Nintendo Ds. REUTERS/Kim Kyung-Hoon</p>