Cinema Italia, "Avatar" il più visto con quasi 10 mln d'incasso

martedì 19 gennaio 2010 11:08
 

ROMA (Reuters) - E' la new entry "Avatar", pellicola di fantascienza diretta da James Cameron che ieri ha tagliato il traguardo dei 500 milioni di dollari incassati ai botteghini del Nord America, il film più visto della settimana nelle sale italiane.

La pellicola di Cameron, che vede nel cast Sam Worthington e Sigourney Weaver, è stata vista da oltre 1,1 milioni di spettatori e ha incassato più di nove milioni e mezzo di euro nel primo fine settimana di programmazione.

Scende dal primo al secondo posto la commedia di Carlo Verdone "Io, loro e Lara", che vede nel cast, oltre al regista, Laura Chiatti, Anna Bonaiuto e Angela Finocchiaro.

Slitta di una posizione, dal secondo al terzo posto, il film d'azione "Scherlock Holmes", in cui Robert Downey Jr. e Jude Law, diretti da Guy Ritchie, vestono i panni rispettivamente del detective creato da Arthur Conan Doyle e del fido Dottor Watson.

Altre novità della settimana sono la commedia "La prima cosa bella" di Paolo Virzì -- con Valerio Mastandrea, Micaela Ramazzotti, Stefania Sandrelli e Claudia Pandolfi -- al quarto posto, la commedia diretta da Fatih Akin "Soul Kitchen" - interpretata da Adam Bousdoukos - all'ottavo, e al decimo "A Single Man", di Tom Ford, interpretato da Colin Firth accanto a Julianne Moore e Matthew Goode.

La classifica Cinetel si riferisce alla settimana dall'11 al 17 gennaio. Il campione riguarda 478 città rilevate, pari a circa l'85% dell'intero mercato.

Il numero tra parentesi si riferisce alla posizione occupata dal film la settimana precedente. Il simbolo (-) indica le new entry.

1. AVATAR (-), di James Cameron, con Sam Worthington, incasso 9 milioni 651.733 euro, 1 milione 152.890 spettatori.

2. IO, LORO E LARA (1), di Carlo Verdone, con Laura Chiatti, incasso 3 milioni 862.017 euro, 642.217 spettatori.   Continua...

 
<p>Il regista James Cameron e la moglie Suzy Amis alla prima americana di "Avatar", il 18 dicembre scorso a Hollywood, California. REUTERS/Mario Anzuoni</p>