Sanità, frodi ed errori costano globalmente 180 mld euro annui

lunedì 18 gennaio 2010 10:27
 

di Kate Kelland

LONDRA (Reuters) - Sono circa 180 i miliardi di euro bruciati globalmente ogni anno per colpa di frodi ed errori nella sanità, una cifra che consentirebbe di quadruplicare i bilanci dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e dell'Unicef e di controllare la malaria in Africa.

Lo dice uno studio diffuso oggi.

Lo studio della European Healthcare Fraud and Corruption Network (Rete europea sulla frode e la corruzione nella sanità, Ehfcn) e del Centre for Counter Fraud Services (Centro per i servizi antifrode, Ccfs) dell'Università di Portsmouth, in Gran Bretagna, indica che il 5,59% della spesa globale per la salute va perduta per errori o corruzione.

"Ogni euro perso per frode o corruzione significa che qualcuno, da qualche parte, non sta ricevendo le cure di cui ha bisogno", dice Paul Vincke, presidente dell'Ehfcn e tra gli autori del rapporto.

"Restano malati per un tempo più lungo, e in qualche caso semplicemente muoiono senza che ve ne sia la necessità. Non ci si sbagli: le frodi sanitarie sono un killer".

Il rapporto ha rivisto 69 pratiche relative a 33 organizzazioni in sei paesi per misurare le perdite dovute a frodi ed errori sanitari.

La spesa sanitaria combinata valutata è superiore a 300 miliardi di sterline e gli esperti hanno estrapolato i loro risultati da Gran Bretagna, Stati Uniti, Nuova Zelanda, Francia, Belgio e Paesi Bassi per ottenere un quadro globale.

I dati provenienti dai paesi in via di sviluppo non avrebbero cambiato la statistica mondiale, dicono gli autori, ma sarebbe stato comunque difficile ottenerli, dato che lo studio comprende solo pratiche basate su campioni statistici validi con livelli misurabili di accuratezza.

Il rapporto porta prova di molti e diversi tipi di frode, da quella dei farmacisti che dividono una prescrizione di farmaci in più ricette per ottenere soldi extra alle società farmaceutiche che organizzano cartelli, fino ai dottori che aumentano i costi di viaggio e abusano dei fondi pubblici, per esempio con truffe assicurative.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Un medico esamina una radiografia in un'immagine di archivio. REUTERS/Carlos Garcia Rawlins</p>