Cocaina, studio: 12 milioni europei che la usano rischiano vita

mercoledì 13 gennaio 2010 12:06
 

LONDRA (Reuters) - Oltre il 3% delle morti improvvise in Europa sono legate al consumo di cocaina e molte sono provocate da "cocktail letali" di droga, alcol e sigarette, secondo quanto detto oggi da alcuni studiosi.

I risultati di una ricerca sulle morti improvvise dimostrano che non esiste un uso "ricreativo" di cocaina, secondo quanto chiarito dai ricercatori che avvertono come i 12 milioni di europei che fanno uso di questa droga stanno mettendo a rischio le loro vite.

"L'idea che l'uso ricreativo della cocaina sia 'sicuro' deve essere eliminata, dato anche piccoli quantitativi possono avere conseguenze disastrose, tra cui anche la morte improvvisa", ha spiegato Joaquin Lucena, responsabile di patologia forense all'Institute of Legal Medicine di Siviglia in Spagna.

Lucena e la sue equipe hanno studiato il fenomeno delle morti improvvise nella Spagna sud-occidentale tra il 2003 e il 2006 e hanno scoperto che il 3,1% sono legate all'uso di cocaina, che ha danneggiato cuore e arterie.

I ricercatori inoltre hanno scoperto che tutte le morti improvvise legate alla cocaina avvengono in uomini di età compresa tra i 21 e i 45 anni, e l'81% di questi erano fumatori mentre il 76% aveva anche bevuto alcol.

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 
<p>Repubblica Domenicana. Cocaina, eroina e marijuana vengono bruciate dopo la confisca. Foto d'archivio. REUTERS/ Eduardo Munoz</p>